Oggi mi si permettano…

… solo poche parole: grazie a tutti quei musulmani che hanno accettato di entrare in una chiesa nel giorno della Messa per i fedeli cristiani.
Vuol dire molto. Non solo per i cristiani, ma anche per il mondo intero: che faccia il giusto distinguo tra chi vuole usurpare il nome di Allah, che faccio e scrivo con il più profondo riguardo verso tutti quelli che lo rispettano quale loro dio, e chi ne è fedele e non cerca nella morte altrui la propria supremazia religiosa.

شكر


Noi cristiani storicamente abbiamo le nostre colpe. Ma questo non vuol dire che si possa dialogare e crescere in vicendevole accordo con tutte le religioni…

post it

Cara Annamaria, aspettiamo la tua corrispondenza dal Paradiso…

E’ morta l’inviata Rai Annamaria Jacobini

L’affermazione di oggi…

La morte non è una cosa che spaventa, se la si prende per il verso giusto.

Già si sentono le prime…

… avvisaglie per cui l’Islam, con la “i” maiuscola, non ne vuole sapere dei “fratelli”, se così si possono chiamare, che hanno insanguinato le strade e le città della Francia e del resto del mondo.
Meno male?
Più che altro questo fatto, oltre al segno di rispetto di essere in chiesa per domenica, spiega che l’Islam è una religione come tutte le altre. Nel senso che non ha manie di grandezza come vogliono far credere sparuti e sparute minoranze.
L’Islam si difende benissimo da solo. Ma c’è una cosa da sottolineare: non siamo davanti a della gente che vuole conquistare il predominio ammazzando delle persone. Ma fisiologicamente convincendo. Come fanno tutti…
Non ne ho notizia certa, ma perfino i cristiani di cui io faccio parte svolgono il loro abbondante lavoro di ricerca di conversioni e di vocazioni. Fa parte del “gioco”.
Se ci fosse anche solo un musulmano in chiesa domenica, questo sarebbe il segno che si gioca tutti alla pari. Che c’è rispetto reciproco. E che ciascuno vuole solo la propria prosperità senza che l’altro, indispensabile per capire la propria appartenenza, posso averne più danno del consentito e del sopportabile.

Da cristiano dico:

احترام

(rispetto)

post it

Mettere i soldi in banca?
A MPS non vedono l’ora succeda…

L’affermazione di oggi…

I vertici di Monte dei Paschi di Siena devono essere molto contenti.

La vita è una cosa molto…

… breve. E la persona di Marta Marzotto questo ce lo insegna bene: bisogna vivere attimo per attimo.
C’è la necessità di non volare via come foglie al vento senza certezze nella propria vita. Ma quell’attimo di follia come quella goccia di passione che ciascuno ha per quello che più preferisce non può mancare.
E’ un ricordo del proprio vissuto che non si smette mai di raccontare a chiunque si incontra. Lo si rivive nel raccontarlo…

Grazie Marta.
Grazie di tutto…