La domanda di oggi…

C’è ancora da preoccuparsi per le zone terremotate in Italia a fine agosto 2016?

Annunci

E dopo il disastro arriva…

… l’inchiesta. Perché adesso la cosa importante, come già sottolineato a chiare lettere su queste pagine, è trovare i responsabili di tutto il dramma del terremoto del 24 agosto.
Dalle prime notizie sembrerebbe che non siano stati fatti quelli che servivano, cioè degli adeguamenti sismici, ma solo delle migliorie, cioè una cosa di impatto minore e quindi in se e per se poco utile ad una corretta prevenzione.
Del terremoto in se non si può che imputare la responsabilità a Madre Natura. Per tutti gli altri danni qualcuno dovrà pur avere la colpa. Perché le case e tutti gli stabili crollati non sono spuntati dall’oggi al domani come i funghi nel prato umido. Sono stati progettati e costruiti dagli uomini. E gli uomini dovevano sapere come trasformare una casa a rischio in una casa sicura.


Meglio costituirsi, date retta…

L’affermazione di oggi

Un ciao affettuoso a Gene Wilder, il più memorabile dei Willy Wonka del cinema.

La risposta di oggi…

Jogging intorno al Colosseo.

Qual’è la domanda?

La domanda di oggi…

Quanti morti servono ancora prima di far nascere in Italia una coscienza civile più formata?

La risposta di oggi…

Gli angeli in motocross.

Qual’è la domanda?